La mamma sono

“Pron… to”
“Pronto? Mi senti? La mamma sono”
“Ah.. Ciao… Tut…to be…ne?”
“Si. Ma dove sei? Ti sento male”
“In bi…ci. Sa..li..ta”
“Ah. Certo. In salita prende male”
“??? No…. Fia…to…ne. Ti … chia…mo do…po”
“Sì, ma dove sei?”
“Spa…gna”
“Ma come in Spagna??”
“Eh…”
“Ma di nuovo? No, dico… un’altra volta? Ma allora è un’ossessione questa! E non è mica normale però… Io già sono in pensiero per Poldo, pure tu ti ci metti?” (NdR Poldo è il carlino highlander di mia madre che non ne vuole sapere di abbandonare questa vita terrena)
“…”
“Ha il fiatone povera bestia, respira male”
“Chi?”
“Poldo, chi sennò?”
“….”
“Vado che se non gli sto vicino non mangia”
“…”
“Vai piano. Fatti sentire ogni tanto. E bevi, mi raccomando.”
“Hmmm….”
“E non ti affaticare!”
“….”

20130807-224915.jpg

16 risposte a “La mamma sono

  1. ….TE-LE-FO-NO….CAAAAAAASA….(e la bici prese il volo…)
    Comunque le mamme sono eccezionali nei loro raccomandazioni “universali”: “vai piano”, “chiama ogni tanto”, “bevi e non ti affaticare”…..Mai una che ti dica: “stai attento a non farti rubare il GPS”…

    Se solo lo sapesse….La mamma di Woody Allen direbbe: “Provaci ancora Samsung”…

  2. Tua mamma e’ un mito…cmq ci mancava poco che ti dicesse ‘mi raccomando mettiti la canottiera’…xche’ vero che tu no canotta, giusto?!?! 😉 vai darione vaiiii!

  3. Vamos Dario!!!

    Già che ci sei fai una capatina all’Accademia di Sanchez Casal a Barcellona per il rovescio in topspin 🙂

    ma ti hanno rubato anche il rasoio?

    Guarda che non sei aerodinamico con tutti quei peli sul mento…

    Sempre in contatto , ormai ho l’icona del blog sulla home del mio iPhone e vieni prima del TgCom

    Max

  4. Ciao, anche noi abbiamo il fiatone, siamo andati dall’Empire state building a Groung zero ……a piedi!…..ti starai chiedendo…..tutto qui? ?….e avete il fiatone per così poco?……vorrei vedere te con 2 mocciose al seguito!…e che rincorrevano tutti gli scoiattoli che capitavano elargendo crackers a destra e manca!…..ma mica siamo venuti per sfamare tutti gli scoiattolk del circondario!….

  5. “In salita prende male” è geniale.

    Chi ha incontrato Poldo ne ricorda ancore il soave profumo. Personalmente preferirei un viaggio in 500 con Franchino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...